Giorno di prigionia #4

Oggi è tornato il sole e finalmente vedo di nuovo le montagne col loro cappuccio nevoso.
Il ciliegio dormiente e l’alberello di blu decorato.
Sono uscita sul balcone dopo giorni di reclusione e l’aria è fredda, frizzantina, pungente.
Qui da me, su questo versante della montagna, il sole batte poco.
Fantastico d’estate, difficile d’inverno. Se non ti piace il freddo e il ghiaccio… se lo apprezzi invece sarà tutto molto poetico e romantico nonostante le difficoltà.

Comunque il silenzio è davvero assordante. E non perché ho un po’ di otite e le orecchie tappate.
La mia minuscola frazione sembra morta. Non c’è un’anima viva, il parchetto microscopico è completamente vuoto. Sembra che anche gli uccellini siano spariti…
Mi hanno detto che siamo in tanti positivi qua.
Se ho capito bene ce ne sono 14…che per una frazione di nemmeno 80 persone capite anche voi che situazione drammatica ci sia.

La cosa impressionante è il silenzio e l’assenza totale di vita. Non si vedono le volpi, non si sentono gli uccellini, i vecchi del paese quando controllano i vigneti attorno alle stalle dicono che non trovano più le impronte dei lupi… e i cani fuori dai giardini non abbaiano…
Come se gli animali potessero sentire cosa sta girando nel nostro piccolo angolo di paradiso.

Realtà o casualità?

𝒢𝒾𝓈𝑒𝓁𝓁𝑒

19 pensieri su “Giorno di prigionia #4

  1. attraverso le tue parole riesco a vedere il tuo borgo, a percepirne il silenzio assordante, e quel vuoto d’anima che racchiude le tragedie della comunità. Arriva il freddo, ma come maltempo al nord per un po’ non ce ne sarà…👍🤗🤗 un caro abbraccio, coraggio!👍

    Piace a 1 persona

    1. Le giornate possono davvero sembrare infinite! Cosa che servirebbe quando si ha tanto lavoro o tante cose da fare… invece in quei casi il tempo vola proprio!! 😅😅
      Io sto bene tutto sommato…
      Male alla gola passato, rimane solo la tosse… in compenso oggi mi fanno fastidio e lacrimano gli occhi… ma mi avevano detto che i sintomi si sarebbero alternati… 😄

      Piace a 1 persona

      1. Per prima cosa grazie per avermi risposto! 🙂 Hai ragione, così tanto tempo servirebbe quando si hanno delle scadenze lavorative.

        Mi fa piacere che nel complesso stai bene! Il bruciore agli occhi è come se avessi una congiuntivite?
        Invece, gusto ed olfatto lì hai persi?

        Piace a 1 persona

      2. Esatto!! Una via di mezzo tra una congiuntivite e… come se avessi tagliato 20 kg di cipolle!!! 😅😂
        Gusto e olfatto ci sono, ma mi rendo conto che sono alterati… tipo il caffè faccio fatica a berlo, lo trovo TROOOOPPO amaro! E giuro che lo bevo nello stesso modo in cui lo bevevo: liscio con una bustina di zucchero…
        Adesso devo aggiungerci una bustina in più di zucchero e del latte di mandorla per trovarlo gradevole e bevibile!
        E così tante altre cose… 😳

        Piace a 1 persona

      3. Cavolo, allora è parecchio fastidioso 🙄 Già solo la congiuntivite è fastidiosa, a me viene con l’allergia ai pollini.

        Sul caffè è stranissimo perché in teoria anche l’amaro non dovresti sentirlo. Ti convene berlo in un sorso 😆

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...